Risulti connesso dall'IP: 84.233.235.97 in data: 19/11/2017 2.12.57
immagine immagine immagine immagine
immagine immagine
logo banner immagine immagine
immagine immagine

NEWS - pubblicato il 21/04/2008 - Lingua: ITALIANO


banner
A cura di: Ylenia Battistello     -   Tratto da: AreaPRESS

 


 
 
Una nuova cultura dell’investimento

Il ‘Mediolanum Market Forum’ di Lunedì 21 aprile, trasmesso in streaming internet su http://www.mediolanumchannel.tv/, ha esaminato gli aspetti positivi del contesto economico attuale e le nuove opportunità per gli investitori.
In uno scenario, amplificato dai media, di crisi economico-finanziaria, importanti economisti, imprenditori, sociologi ed opinion leaders si sono riuniti ieri a Milano nella seconda edizione del Mediolanum Market Forum per discutere ‘Dove va l’economia’.
L’obiettivo è stato quello di far emergere gli aspetti positivi del contesto economico attuale, evidenziando come dalle crisi possano nascere grandi occasioni e cercando di offrire strumenti concreti agli investitori.
L’incontro, svoltosi a Palazzo Mezzanotte e moderato da Andrea Cabrini, ha affrontato, attraverso le analisi e i consigli dei protagonisti, i temi ‘Andamento dei mercati’, ‘L’andamento dell’economia mondiale’, ‘Come fare gli investimenti corretti’ e ‘Come i media influiscono sulle scelte degli investitori’.

Dal pessimismo alla ricerca di opportunità
La prima parte del convegno, ‘Andamento dei mercati’, ha esaminato la crisi dei mercati mondiali e le difficoltà incontrate dagli istituti bancari; ‘La crisi riguarda tutti i settori’ ha affermato il sociologo Francesco Alberoni. Un primo passo per affrontare questa cattiva congiuntura consiste nel fronteggiarla con maggiore prudenza, aderenza alla realtà e un ritorno di crescita del valore sostenibile, secondo le parole dell’economista Giovanni Palladino: ‘Le ‘sberle’ ricevute dal sistema bancario detteranno d’ora in poi maggiore prudenza. Dobbiamo lavorare per un’economia che sia meno di carta e più vicina all’economia reale’ e quelle di Ettore Gotti Tedeschi, Presidente di Banco Santander Italia: ‘La parola sostenibile d’ora in poi deve diventare parte del nostro patrimonio. Abbiamo voluto fare miracoli, ora torniamo alla realtà’.
La maggior parte degli intervenuti nella seconda e terza parte dell’incontro, ‘Riflessi sulle imprese e la produttività’, si è trovata però d’accordo sul fatto che in questi mesi siano stati utilizzati toni eccessivamente pessimistici e che proprio dalla crisi possano nascere grandi opportunità. Ha sottolineato questo concetto Silvio Berlusconi in primis, intervenuto telefonicamente: ‘Nei momenti difficili si può trovare più facilmente l’occasione per affermare nuove idee e nuovi modelli. Ne è avvantaggiato chi ha lungimiranza e voglia di rischiare’. Ennio Doris, Presidente Gruppo Mediolanum, ha applicato questo concetto al settore finanziario dichiarando che ‘Le crisi sono opportunità per gli investimenti e occasioni straordinarie per innovare le aziende e gli investitori. E’ proprio in questi periodi che bisogna osare nuovi metodi di investimento nei mercati’ e Paolo Scaroni, Amministratore delegato ENI, mettendo in luce il vantaggio delle fonti alternative, afferma: ‘Il petrolio durerà per i prossimi 70 anni. Su questo timing stiamo misurando una serie di investimenti diversificati, che vede il solare come trainante e, attorno, lo sviluppo del carbone pulito e dell’eolico’ e conclude ‘Il mondo occidentale ha bisogno di petrolio caro perchè solo di fronte a una crisi i mercati si orienteranno alla ricerca di nuovi fonti alternative’.

Conversazione trasparente con il consumatore
Uno dei temi caldi del settore degli investimenti riguarda la centralità del consumatore, affrontata nella quarta parte del Market Forum ‘Come fare gli investimenti corretti’. L’attenzione e l’importanza verso il consumatore e le sue esigenze porta infatti ad investimenti più trasparenti; questo è un concetto ormai imprescindibile e compreso sia nell’ambito del marketing che della finanza. Hanno evidenziato questo aspetto interventi come quello di Alberoni: ‘Gli imbroglioni devono farsi meno illusioni perchè il consumatore si è fatto più attento. Serve formazione ad alto livello su chi è in contatto diretto con l’investitore, ma aggiungo che l’italiano ha bisogno di qualcosa di più: di calore, di personalizzazione, di un tipo di rapporto assolutamente rassicurante’, di Remo Lucchi, Amministratore Delegato Eurisko: ‘L’investitore non vuole più essere un soggetto passivo, ma desidera diventare partner. Il sistema bancario che agisce verticalmente non riesce in questo momento a soddisfare questa richiesta’ e dello stesso Doris: ‘La nostra risposta alla crisi è vicinanza con l’investitore e attenzione alle sue esigenze’.
Un ulteriore aspetto di avvicinamento al consumatore consiste nell’utilizzare un linguaggio chiaro, che rappresenta il primo passo per costruire un rapporto sereno tra banca e investitore, come sottolineato da Alberoni: ‘E’ necessario utilizzare un linguaggio chiaro, adatto, del buon senso: le notizie devono essere capite e accettate’ e da Lucchi: ‘Tutte le vicissitudini, partendo dal crack Parmalat alle Subprime americane, hanno fatto perdere la fiducia nel sistema. Chi si avvicina al mondo bancario e finanziario vuole un rapporto più trasparente’.

Comunicare con semplicità
L’ultima parte dell’incontro, ‘Come i media influiscono sulle scelte degli investitori’, ha invece trattato del ruolo dei media e della comunicazione, responsabili di un pessimismo spesso ingiustificato, come hanno dichiarato Palladino: ‘Credo che ci sia una forte carenza di informazione professionale. La stampa vuole un ruolo che non le compete. Sono gli economisti che devono informare’ e Alberoni: ‘Nell’informazione c’è molto allarmismo perché fa sempre più notizia rispetto all’evento positivo’. Il grande economista Zunino ha invece sottolineato la negatività dei media nella comunicazione finanziaria: ‘Si è detto molto delle grosse perdite di gennaio, ma pochissimo del grande recupero di questi giorni’ mentre Maurizio Dallocchio, Professore Lehman Brothers Chair of Corporate Finanace dell’Università Bocconi, vede nei media i responsabili del catastrofismo: ‘Si è confrontato spesso questo momento storico con la crisi del ’29, ma molti indici sono diversi. Ciò che fa realmente la differenza è il sistema di comunicazione sviluppato nei nostri giorni’. E se Alberoni sostiene che ‘La gente ha bisogno di consulenti e le banche devono offrire questo servizio, devono garantire semplicità e buon senso’, Doris risponde che ‘In Mediolanum non ci sono più casseforti ma studi per comunicare con la clientela, per starle vicino, per dissolvere la nebbia’.

Tecnologia centrale per la ripresa
Marco Tronchetti Provera ha sostenuto che ‘I mercati attualmente viaggiano su tre binari a velocità diversa, esemplificate da Usa, Europa e Paesi emergenti (Russia e Cina). La nostra strategia di spingere su tecnologie ad alta gamma è la ricetta che mi sento di proporre. Lo sviluppo delle nuove tecnologie fotoniche darà il ritmo del tempo di uscita dalla crisi’, mentre Paolo Annunziato, Direttore dell’Area Ricerca e Innovazione di Confindustria, ha dichiarato che ‘Dobbiamo superare il grosso gap nell’innovazione; per la ripresa sono necessari forti interventi sulle nuove tecnologie’.

Il programma ‘100 città’. La finanza si confronta con il territorio e diventa oggetto di condivisione allargata.
I contenuti del Mediolanum Market Forum tenutosi in mattinata sono stati presentati e condivisi in 101 città italiane ed europee, con collegamento in diretta dalle h 21. L’evento ha avuto più di 20.000 partecipanti raccolti in grandi teatri o palazzi storici. L’uso massiccio ed innovativo della Web Tv aziendale Mediolanumchannel.tv ha fornito all’evento un forte valore aggiunto.

Azienda: Metalinguistic,    
Telefono:
Fax:
Sito Internet: Nessuno.
Indirizzo email: redoffice@email.it
Note di Background:
 

Pubblicazione NEWS letta 11178 volte

Segnala  NEWS a ...       Tuo nome o e-mail


Iscriviti alla Newsletter di AreaPress   EMAIL


KITSAT RDN: in offerta a soli € 599,00 + iva
Apparato satellitare ISATPHONE completo di accessori
Spedizione omaggio in tutta Italia
Chiama il N.V. 800 980462

PRE ORDINE ISATPHONE

ISATPHONE
Attivazione SIM Immediata